Cereali senza glutine, i vantaggi nell'uso del teff

Per coloro che sono intolleranti al glutine esistono tanti cereali che possono essere utilizzati e che potrebbero anche dare una serie di vantaggi all'organismo. Tra questi vi è il teff. Si tratta di un cereale che può essere mangiato da coloro che sono intolleranti al glutine ed inoltre, ha anche una serie di caratteristiche positive ottimali, sia per i diabetici che per coloro che hanno problemi all'intestino. Il teff infatti, è un cereale proprio come lo sono anche il farro o l'orzo, ma ha delle caratteristiche completamente differenti. Una delle sue principali doti è quella di essere senza glutine e perciò può essere consumato anche da chi soffre di celiachia. Vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche organolettiche di questa sostanza e quanto è positiva, soprattutto perché ha problemi all'intestino o per chi è diabetico.

Le caratteristiche del teff

Il teff è un cereale senza glutine. E' molto facile da digerire, del resto può essere consumato anche dai celiaci ed ha delle caratteristiche molto utili per l'organismo. Infatti, basti pensare che il glutine rappresenta la parte proteica di un cereale e quindi è quella più difficile da digerire. Anche coloro che non soffrono di celiachia, potrebbero mostrare dei disturbi nella fase in cui vanno a consumare cereali con glutine nel lungo periodo. Ecco perché la dieta va sempre alternata utilizzando anche cereali che non hanno al loro interno glutine, come ad esempio la quinoa, il riso, l'amaranto, il grano saraceno, con quelli invece che hanno glutine come frumento, farro, segale, kamut. E' evidente che questo non vale per i celiaci che invece, possono puntare sul teff che è un prodotto davvero eccezionale. In Occidente è ancora molto poco conosciuto ma in realtà, già nei negozi specializzati nel mondo della biologia, di certo troverà questa sostanza sotto forma di chicco intero oppure anche come farina.

Le proprietà specifiche del teff

Tra le proprietà specifiche del teff ve ne solo alcune davvero sorprendenti. Innanzitutto, è bene sottolineare che ci sono due tipi diversi di questo cereale, la variante rossa e quella bianca. La variante bianca del teff dà origine a una farina che è la parte più raffinata del cereale. Invece, la variante rossa è più gressa. Il teff contiene fibra, ferro, potassio, vitamina B6, micina e tiamina, rame, magnesio e manganese. Anche i carboidrati complessi, vengono digeriti in maniera molto più lenta. Il teff è un cereale dal basso indice glicemico e per questoè ideale per chi soffre di diabete o glicemia alta. E' utile anche per coloro che vogliono dimagrire. Inoltre, è molto digeribile perché l'amido presente non viene trasformato in zucchero dal corpo, quindi fermenta nell'intestino crasso formato degli acidi grassi che sono a catena corta. Questi acidi sono importanti per la salute del corpo e aiutano ad assorbire acqua a livello intestinale, in modo che le informazioni rientrino il transito intestinale sia favorito. Per utilizzarlo, si può inserire nell'alimentazione sia crudo che all'interno di dolci oppure anche per fare il pane fatto in casa. Vale la pena provarlo però!

 


Elenco ministeriale dei dispositivi medici.
ESTA Service