Novembre è il mese dell'intolleranza al glutine

Il mese di Novembre è quello delle intolleranze alimentari. L'intolleranza al glutine in particolare, è quella a cui è stato dedicato questo mese. Per l'ottavo anno consecutivo infatti, Schär che è il leader europeo nel mercato dell'alimentazione senza glutine, ha promosso il mese delle intolleranze al glutine e quindi Novembre è stato scelto come punto di riferimento. Ci sono tantissime attività rivolte alla sensibilizzazione dei cittadini per fare in modo che possano aver vita più facile e muoversi nell'ambito della battaglia anti-glutine con maggiori armi a loro vantaggio. In questo mese sarà possibile avere tantissime informative gratuite e anche tutta una serie di supporti per affrontare ogni tipo di problematica.

Le iniziative del mese della prevenzione contro il glutine

Novembre è dedicato alla battaglia contro il glutine: in questi 30 giorni si mettono in campo una serie di iniziative rivolte alla cittadinanza per far capire a fondo il problema e aumentarne la consapevolezza. Si tratta di eventi di sensibilizzazione tra cui ci sono consulti gratuiti, la possibilità di interfacciarsi anche attraverso delle chat con esperti del settore, rivolgersi a circa 650 farmacie che hanno una serie d'iniziative pronte, parlare con gli esperti del comitato scientifico anche direttamente sui social network attraverso questa azienda leader del mercato. La celiachia soltanto, facendo acquisire una maggiore consapevolezza, dà la possibilità di abbattere i muri di discriminazione e le difficoltà di interazione, in modo tale da riuscire ad avere delle risposte anche in termini di miglioramento della vita di coloro che hanno questa intolleranza. Chi soffre di celiachia deve riuscire su ad entrare nella mentalità giusta per sconfiggere questa patologia, altrimenti si corre il rischio di mettere in serio pericolo la propria vita.

L'importanza di capire gli aspetti di una dieta priva di glutine

Uno degli obiettivi principali che si vuole perseguire nel mese di Novembre 2019 è quello di fare in modo che una dieta priva di glutine venga ben conosciuta dalle persone e quindi venga messa in pratica nel migliore dei modi. Soltanto facendo particolare attenzione all'alimentazione, eliminando una volta e per tutto il glutine della propria vita, si eviterà qualunque tipo di aggravamento. Infatti, la celiachia comporta disturbi gastrointestinali, costante gonfiore addominale, vomito, nausea e altre problematiche che portano alla perdita di peso, carenza di ferro con anemia, spossatezza, carenza di minerali e vitamine, osteoporosi e perdita dell'appetito. La cosa più importante è la diagnosi e poi nella fase successiva, capire in che modo interagire per riuscire a risolvere il problema o quanto meno non peggiorare. Infatti, dalla celiachia per adesso non si guarisce ma può soltanto essere tenuta sotto controllo.

Il sostegno familiare

Non si deve trascurare l'importanza di questo fenomeno: anche le famiglie devono essere ben consapevoli del modo in cui questa patologia influisce sulla vita dei loro cari. Il supporto della famiglia è fondamentale per riuscire nell'obiettivo di migliorare la salute del proprio corpo quando si soffre di un'intolleranza come quelle al glutine.

L'idea del mese della prevenzione a Novembre 2019, promosso da una società così importante che si occupa del settore alimentare senza glutine, è importantissima per perseguire questi obiettivi che molto spesso non vengono sostenuti dalle attività governative che non hanno fondi disponibili per questo tipo di attività.

 


Elenco ministeriale dei dispositivi medici.
ESTA Service