Il rapporto tra kamut e celiachia, il mito da sfatare

Il kamut è una sostanza che molto spesso crea dubbi in coloro che soffrono di celiachia. Innanzitutto, è bene sapere che kamut non è il nome di questo grano ma piuttosto, è quello che è il marchio registrato dalla società americana. Il kamut rappresenta un grano duro che è un nome molto complesso. Il nome originale Triticum Turgidum Turanicum. Ovviamente, per rendere più facile nominare questo prodotto è stato sintetizzato con il nome Kamut che la società se ne è occupata. Questo prodotto appartenente alla famiglia delle graminacee, è ricco di magnesio, antiossidanti, vitamina, zinco e selenio. Ha un effetto anti-invecchiamento ed è davvero ottimo per la salute del corpo. Oltre ad avere valori energetici molto alti, è davvero positivo in generale per il corpo umano. Il problema però è che, nonostante quello che molto spesso viene propinato, il kamut assolutamente non può essere consumato dai celiaci. Infatti, sia il kamut che i derivati, contengono circa il 15% di glutine secco e quindi ancora di più di quello che è presente all'interno del frumento. Chi soffre di disturbi digestivi può utilizzarlo senza problemi anzi, avrà sicuramente dei benefici, ma assolutamente chi soffre di celiachia deve assolutamente evitarlo.

Evitare il kamut nella dieta quotidiana, come fare

Il kamut proprio al pari di orzo, segale, grano, deve essere assolutamente eliminato da chi segue per salute una dieta senza glutine. Anche una piccola porzione in caso di una semplice intolleranza, può scatenare una serie di sintomi autoimmuni allergici e molto rischiosi. Per evitare di assumere kamut bisogna sempre fare molta attenzione ai prodotti da forno, soprattutto, quelli che hanno mix di cereali. Il kamut a volte si trova anche nelle sostanze più impensabili, come ad esempio alcune bevande oppure in generale dei prodotti da forno. Bisogna verificare che non ci siano kamut o altre graminacee all'interno del prodotto prima di consumarlo o si rischia la vita.

Perché è vietato per i celiaci

Il kamut è assolutamente da evitare, perché comunque ha una presenza molto vasta di glutine. Bisogna cercare di fare sempre attenzione all'interno dei prodotti che non si trovi questa sostanza e che può essere davvero pericolosa perché ha un intolleranza al glutine. In passato, si pensava che il prodotto più ricco di glutine fosse il frumento, ma in realtà non è così e quindi la farina di kamut oppure ai prodotti non c'è bisogno invece di preferire quelli che hanno all'interno sorgo, meglio, grano saraceno, amaranto, riso purché sia ripulito dalla presenza di glutine. Potrebbe essere davvero un alto rischio, ed ecco perché funziona a lungo termine, per chi ha questa patologia, mangiare senza il glutine. Il kamut può diventare dannoso creando problemi intestinali molto seri e inoltre, provocano forti dolori e sintomi. Bisogna perciò assolutamente fare attenzione e non confondersi in quanto il rischio per la salute è molto alto e quindi bisogna assolutamente evitare il kamut per chi soffre di celiachia. Insomma, bisogna sempre restare informati prima consumare ogni tipo di cibo.

 

 


Elenco ministeriale dei dispositivi medici.
ESTA Service